forest therapy

 

Camminare in un bosco abbassa i livelli dell'ormone dello stress. Così la forest therapy entra nelle cure più innovative.

La forest terapy non è altro che la traduzione del giapponese shinrin-yoku. Proprio il governo di Tokyo infatti ha finanziato una serie di studi (il primo è del 2004 e oggi se ne contano più di 100) sui benefici che può dare a corpo e mente l'immergersi nella natura.

I risultati sono parecchi e significativi: camminare in un bosco, rispetto ad una passeggiata in città, riduce la pressione sanguigna (-1,4%), la frequenza cardiaca (-5,8%) e i livelli di cortisolo (-12,4%), ormone dello stress. E se alcune compagnie assicurative giapponesi hanno già fatto rientrare la forest terapy all'interno delle prestazioni di assistenza sanitaria, non stupisce che il sito americano  spafinder.com, presentando i migliori trend 2015 in fatto di wellness, metta in cima alla classifica il forest bathing, ovvero la tendenza dei resort del benessere di proporre trattamenti a base di erbe da fare in cabine immerse nel verde, oltre alle immancabili camminate.