Consegna gratis da 49€

Cerotto disintossicante per uso medico, estetico e sportivo Supreme Gold TRMX 3 - Kenrico
Cerotto disintossicante per uso medico, estetico e sportivo Supreme Gold TRMX 3 - Kenrico
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Cerotto disintossicante per uso medico, estetico e sportivo Supreme Gold TRMX 3 - Kenrico
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Cerotto disintossicante per uso medico, estetico e sportivo Supreme Gold TRMX 3 - Kenrico

Cerotto disintossicante per uso medico, estetico e sportivo Supreme Gold TRMX 3 - Kenrico

Prezzo di listino
€31,60
Prezzo scontato
€31,60
Prezzo di listino
€35,00
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

10 cerotti
Dispositivo medico di classe 1
Made in Japan
Con sporopollenina brevettata

Questo cerotto plantare depura l'organismo, rimuove i metalli pesanti, l'eccesso di acido urico e ossalico, aiuta ad alleviare dolori articolari e muscolari, infiammazioni, gotta, affaticamento fisico e mentale. Migliora l'indice Sorgi-Einstein. Incremento delle prestazioni fisiche e mentali

Ingredienti: Tormalina, Aceto di legno (Ubame Oak - Quercus Phillyraeoides), Sporopollenina, Aceto di Bambu (Pseudosasa Japonica), Fibra vegetale (Corn), destrina, Chitosano (Fungo organico), Foglie di Nespolo (Eribotrya Japonica), Dokudami (Houttuynia Cordata), Vitamina C.

Modo d'uso: I sap sheet (cerotti) si applicano durante la notte prima di coricarsi sulla pianta di entrambe i piedi in base alla riflessologia plantare per attivare le zone di riflesso, oppure anche su altre parti del corpo durante il giorno.

Dosaggio: le dosi ottimali sono 2 al giorno, da 4 a 12 ore per applicazione, in base alle necessità

Come funzionano:
I raggi infrarossi e gli ioni benefici dei cerotti inducono una vasodilatazione termica che penetra la membrana semipermeabile, dove si dilatano i vasi sanguigni, aumentando il flusso sanguigno e facilitando l'espulsione dei rifiuti dal corpo. L'eliminazione delle tossine è dovuta alle proprietà degli ingredienti attivi, come la sporopollenina, che catturano come una spugna varie sostanze come metalli pesanti, tossine e pesticidi.
La pianta del piede è il punto in cui si trovano in assoluto più terminazioni nervose pertanto applicando il cerotto su questa parte del corpo si ha il maggior effetto nell'eliminazione di rifiuti e materiale tossico.

Istruzioni d'uso:

  1. Lavare le parti di applicazione con sapone neutro
  2. Applicare con mani pulite e asciutte
  3. Assicurarsi che la parte adesiva sia a contatto con pelle integra e asciutta
  4. Rimuovere la pellicola protettiva
  5. Estrarre il cerotto imbottito dalla busta trasparente
  6. Far aderire il cerotto sulla parte interessata
  7. Rimuovere la pellicola rimanente dal foglio adesivo
  8. Premere con decisione il cerotto con la mano facendo aderire bene i margini
  9. Dopo il tempo di applicazione togliere il cerotto senza toccare la parte interna
  10. Lavare la parte da cui è stato rimosso il cerotto
  11. Smaltire il cerotto con i rifiuti solidi urbani sezione "secco"

Per particolari patologie consultare il servizio clienti sul sito del produttore Kenrico

cerotti plantari disintossicanti sono un trattamento medico brevettato inventato in Giappone dai farmacologi Kenrico. Sono realizzati in Giappone e certificati come biologici, ogni cerotto contiene ingredienti naturali attivi la cui efficacia nel curare le malattie è stata provata attraverso rigorosi studi clinici.

La sporopollenina è una delle sostanze di cui è composta l'esina, la parete esterna delle spore e dei granuli pollinici.
La sporopollenina è una sostanza che ha la funzione di ridurre al massimo l'evaporazione quindi è una sostanza che rende il granulo pollinico resistente al calore. Si tratta d'un eteropolimero la cui composizione chimica non è ben nota in quanto è assai resistente sia alla degradazione chimica che enzimatica (tra l'altro è in grado di resistere all'acetolisi, ovvero all'attacco con acidi forti). Da alcuni studi si ritiene ch'essa sia composta da acidi grassi, fenilpropanoidi, fenoli e carotenoidi.
Tale struttura altamente resistente contribuisce a conferire alla parete del polline una notevole robustezza contro agenti sia biologici che chimici